Chi siamo

 Il Reggio Emilia  R/C Team, associazione sportiva non a scopo di lucro, è nato il 30.09.1979 per volontà di 2 modellisti Reggiani, Soncini Massimo e Maestri Renzo, e rappresenta  il primo gruppo modellistico nato in Europa per auto radiocomandate elettriche. 

I sei pionieri di questa meravigliosa avventura, che dura da ben 31 anni (caso più unico che raro nella storia del modellismo), oltre ai gia citati Soncini e Maestri furono : Tegoni Roberto, Neri Mario, Bo Giancarlo, Bartoli Romano che parteciparono alla prima gara a Sassuolo organizzata dalla Tamiya Italia.

Non essendoci ancora a Reggio Emilia le basi per coordinare gli appassionati tutto iniziò con la intenzione di radunare i proprietari delle prime auto elettriche professionali apparse sul mercato e permettere loro di divertirsi assieme.

L’amicizia cresceva unitamente alla passione e al numero degli aderentii fino all’organizzazione della prima gara nella nostra città; cosa che avvenne nel novembre del 1979 nella palestra della Rosta Nuova.

La cosa che ai nostri giorni può far sorridere e che vennero utilizzati ben 6 cronometristi affiancati da altrettanti commissari per il rilevamento dei giri e dei tempi. Attenzione: i concorrenti erano solo 6 per batteria e le manches duravano solo 6 giri (col terrore che la batteria si scaricasse prima di terminare la gara).

Il Reggio Emilia R/C Team  non solo organizzava gare nella propria provincia ma partecipò attivamente allo sviluppo di questo meraviglioso hobby dando supporto tecnico ai gruppi nascenti nelle città della nostra regione.

 

Le gare venivano organizzate in estate sui vari piazzali ed in invero nelle palestre con pavimentazioni oggi inaccettabili dai concorrenti di nuova generazione.

 

Le foto sono raccolte nell’ album storico dei festeggiamenti del 1° ventennale 1979-1999.

 
 

Il Reggio Emilia R/C Team  divenne il gruppo più numeroso, attivo (con un calendario di circa 35 gare all’anno) e più titolato a livello Italiano (vedere il medagliere) seppure mancante di un impianto permanente che desse la possibilità di allenarsi.

 

Le gare venivano svolte  migrando di paese in paese, di città in città davanti ad un pubblico sempre più numeroso ed entusiasta pronto ad incitare gli “eroi dai pollici caldi”.

 

Nel 1986 le case produttrici iniziarono timidamente a proporre  i primi “buggy” che anticipavano un cambiamento epocale: le gare da on road diventarono totalmente off road. 

 

Fu grazie alla meravigliosa disponibilità di Don Raffaele –personaggio mitico e meraviglioso- , parroco della parrocchia del Tondo, che fu possibile realizzare la prima pista (OFF-ROAD) a Reggio Emilia.

 

Nel 1990 venne effettuata  la finale del Campionato Italiano Tamiya  con numerosissima partecipazione come documentano le foto dell’ album.

 

 

 

 

Nel 1992 la Tamiya torna ai modelli da pista immettendo sul mercato delle riproduzioni delle auto  di F1 con prestazioni, per l’epoca, incredibili; ed ecco la notizia che tutti aspettavano:

la casa Giapponese organizza finalmente il 1° campionato EUROPEO con ben dodici nazioni partecipanti. Data della finale settembre 1992 a DUSSELDORF (Germania).

 

Nel 1998 è stato possibile, grazie all’ accordo con il Centro Sportivo Sesso, realizzare l’ impianto fisso  attuale dotato di pista in asfalto con illuminazione notturna per gare ON Road.

 

 Gli eventi più importanti, svolti in ordine cronologico, sono stati:

    

     -      Finale campionato Italiano Tamiya settembre 1998

-         500 giri INDI-SESSO nel 1998 su circuito ovale (tempo medio 7sec. e 30 dec./giro)

-          24 ore con prototipi Tamiya

-          Finale Campionato Italiano Tamiya  anno 2004, ( La finale con la partecipazione più numerosa con 204 partecipanti)

-          24 ore con Touring in scatola di montaggio consegnato il mattino di gara

-          Finale Campionato Italiano UISP  Touring anno 2008

-          Finale Campionato Italiano UISP  F1 e Mini  anno 2010

-     Finale Campionato Italiano UISP  Touring anno 2012

-     Finale Campionato Italiano Tamiya  anno 2012

-     Finale Campionato Italiano UISP  F1 anno 2013

  

 VISUALIZZA L'ALBUM FOTOGRAFICO